lunedì 16 agosto 2010

Capo d'Arno

LUNEDI' 16 AGOSTO 2010

Trasferta toscana tra le stupende e isolare alture del parco del casentino.
Da stia si sale in macchina fino a Madonna di Montalto (ultimi 2 km su strada bianca); parcheggiata l'auto si prende il sentiero 2A per parte a sinistra subito dopo l'edificio e poco dopo si unise al 2 e si prosegue fino a giungere a Bocca Pecorina. Da qui il sentiero sale in uno stupendo bosco seguendo, spesso, una larga strada bianca fino al "rifugio" Vitareta (in realtà bivacco); "brevemente" si giunge al bivio per il Lago degli Idoli. Noi prendiamo a sinistra fino a giungere a Capo d'Arno dove, chiamato così perché da questa sorgente nasce appunto l'Arno.
Tornando sui propri passi si va al bivio precedente e, cambiando sentiero, in breve ci si porta al Lago degli Idoli e successivamente al rifugio... il rientro segue ora la via di salita.
Veramente bellissimo l'ambiente, relativamente isolato e selvaggio quanto basta.
Il giro è relativamente veloce e simpatico, consigliato a tutti quelli che transitano nel casentino!

DISLIVELLO: 600/650
LUNGHEZZA: 13 km (giro completo)
DIFFICOLTA': E
TEMPO: 4,5 ore circa
NOTE: pedalabilità limitata, parecchi km con bici a spalla, discesa tecnica e fondo spesso sconnesso... ocio

TRACCIA GPS

GALLERY

SLIDESHOW

1 commento:

MiDanno ha detto...

Bellissimi posti, complimenti...